Premio Francesco Dallorso V edizione

Con la Cerimonia di Premiazione, che si è tenuta presso l’Auditorium Campodonico di Lavagna, si è conclusa oggi pomeriggio la 5^ Edizione del “Premio Francesco Dallorso”.

Questa edizione è stata particolarmente sentita da tutti i partecipanti per la recente scomparsa del Maestro Francesco Dallorso.

Agorà ha voluto dedicare al Maestro un breve ricordo con foto e filmati delle precedenti edizioni del Premio. Un modo per avere virtualmente Francesco Dallorso in sala, in mezzo ai tanti ragazzi in cui lui credeva fermamente e che esortava a perseguire il bello anche a costo di sacrifici e tanto impegno.

Dopo questo momento molto toccante si è entrati nel vivo della Cerimonia di premiazione.

Le persone presenti in sala hanno potuto apprezzare e conoscere i numerosi candidati durante le loro interviste ed applaudire i vincitori di categoria che sono stati:

per la Categoria Arte: Marta De Vincenzi della Scuola di Fumetto di Chiavari, che ha realizzato le illustrazioni dell’opuscolo “Il guardiano delle nostre valli”

per la Categoria Fotografia: Aniba Khouloud dell’Istituto Caboto di Chiavari per le foto “Liberati” e “Gli opposti”

per la Categoria Letteratura: Noa Schenone ed Edoardo Tealdo dell’Istituto Caboto di Chiavari per “Il topo con gli occhiali”

per la categoria Progettualità Multimediale: Danilo Lagomarsino dell’Istituto Caboto di Chiavari per il Video “L’appello”

per la Categoria Sport: Andrea Vittoria Rizzi della Chiavari Scherma A.S.D.

Il “Premio Speciale l’Agorà di Lavagna” è stato assegnato al “Piccolo Coro Anna e Aldo Faldi” della Scuola di Musica dell’Associazione Franco Pucciarelli

Presenti i giudici di categoria accompagnati dai vincitori dello scorso anno:

Maurizio Vaccarezza (Bibi) e Michele De Robertis per Arte,

Evro Margarita e Alberto Razzetti per Sport,

Il Dr. Francesco Brunetti e Gianluca Scalera per Letteratura e Progettualità Multimediale.

Un grazie ad Elisa Folli, che ha brillantemente condotto la cerimonia di Premiazione, a TWebNews e alle emittenti televisive Entella TV e Telepace che hanno dato ampio spazio al nostro evento.

Grazie a tutti i ragazzi che hanno presentato la loro candidatura: il “Premio Francesco Dallorso” è stato voluto e dedicato ai giovani talenti e senza la loro partecipazione questo Premio non potrebbe esistere.

Grazie al Comune di Lavagna che, come nelle precedenti edizioni, ha dato il suo Patrocinio per questa manifestazione.

Grazie davvero a tutti e arrivederci alla prossima edizione…

Premiazione 2^ Edizione Premio Francesco Dallorso

Si è tenuta Sabato 19 Marzo2016 dalle ore 16, presso l’Auditorium Campodonico di Lavagna la Seconda Edizione del Premio Francesco Dallorso con il patrocinio dei Comuni Di Lavagna e di Chiavari.

Anche quest’anno sono stati quasi sessanta i giovani partecipanti, a cui va il nostro più sentito ringraziamento per aver creduto nella manifestazione con tanto entusiasmo e partecipazione.

Ecco i vincitori di categoria e le motivazioni rilasciate dai giudici:

Categoria Sport: Filippo Montepagano.
Motivazione data dai giudici di categoria Aldo Traversaro e Arianna Romano :
“Per aver conquistato il titolo individuale assoluto e di squadra nel Campionato Mondiale seniores nel Long Casting, imponendosi su un grande numero di avversari in 3 categorie su 4;per aver dimostrato una grande preparazione sia fisica, sia mentale, che gli hanno consentito, nonostante fosse alla sua seconda partecipazione iridata, di superare nettamente anche i campioni più esperti.
Va inoltre segnalato che grazie ai risultati agonistici raggiunti, il CONI gli ha assegnato nel 2015 la Medaglia d’Oro al Valore Atletico, la più alta onorificenza dedicata agli atleti”. Purtroppo assente alla premiazione perchè impegnato a Pisa nei campionati italiani di Long Casting, per lui ha ritirato la targa la mamma Rosella.

Categoria Musica: Stefania Carrara.
Motivazione dei giudici di categoria Andrea Vulpani e Gianluca D’Amico :
“Quest’anno i curriculum sono stati più numerosi, ma numerose sono le qualità dei partecipanti. Non si fermano soltanto all’ambito musicale, ma ci siamo trovati a confrontare persone che dedicano il proprio tempo, la propria vita all’arte, allo spettacolo e alla comunicazione. Abbiamo deciso di premiare quest’anno il curriculum che più si lega alla musica, al rapporto con lo strumento e allo studio decennale, e ai numerosi risultati ottenuti in carriera. Così vince Stefania Carrara”. Stefania si è esibita in una partita di flauto solo molto impegnativa intitolata “Chaconne”, a chiusura della serata.

Categoria Teatro: Gruppo Teatrale Liceo delle Scienze Umane Marconi-Delpino di Chiavari con lo spettacolo “Quando sarò vecchio”
Motivazione data dai giudici di Categoria Marta Abate e Michelangelo Frola della compagnia teatrale Scena Madre:
“Per la valenza interdisciplinare del progetto, artistica, sociale e civica. Per aver dimostrato, attraverso lo spettacolo “Quando sarò vecchio”, quanto il teatro possa essere un efficace e valido strumento di riflessione sull’uomo, di apertura mentale, di coesione sociale tra generazioni e personalità differenti”
Ha ritirato il premio una delle giovani interpreti dello spettacolo, Chiara Pellegrino accompagnata dal regista Antonio Panella.

Categoria Scienze: Stefano Terribile
Motivazione del giudice di categoria Lea di Noto:
“Stefano Terribile vince il premio Dallorso nell’ambito scientifico per aver contribuito nella ricerca sulla sicurezza nell’esercizio dei trasporti ferroviari, avendo partecipato attivamente a numerosi progetti riguardanti problematiche sia locali sia nazionali. Il candidato si è distinto per la molteplicità dei problemi affrontati, le cui soluzioni sono di importanza rilevante nella realtà odierna”. Stefano ci ha presentato alcune slide del suo progetto che presto verrà testato nella galleria Pian di Setta della linea direttissima Bologna-Firenze.

Categoria Letteratura: Nicolò Campodonico
Motivazione dei giudici di categoria Annalisa Panesi ed Emanuele Lagomarsino:
“Per i premi e le menzioni ricevute a livello nazionale per la sua produzione poetica in lingua latina, attraverso la quale trasmette e diffonde il legame che lo lega alla sua terra, il Tigullio”.
Nicolò dopo aver ritirato il premio ci ha deliziato con un pezzo di un ode in latino da lui stesso composta intitolata “LAVDES LIGVRIAE”, dedicata proprio alla nostra terra ligure.

Categoria Arte : Mirror False Office
Motivazione dei giudici di categoria Mario Rocca e Davide Tavino:
Il premio Dallorso per la categoria Arte, con decisione unanime della giuria, viene assegnato al gruppo di giovani architetti composto da Gloria Castellini, Guya Di Bella , Giovanni Glorialanza, Boris Hamzeian, Filippo Fanciotti e Andrea Anselmo per il progetto “False Mirror” in quanto opera complessa tecnicamente e progettualmente, tenendo conto dell’ambiente e della storia nel quale va ad inserirsi e per aver partecipato e vinto la tredicesima edizione del prestigioso concorso internazionale EUROPAN 2015. Erano presenti a ritirare il premio Giovanni Glorialanza e Filippo Fanciotti che tramite alcune immagini ci hanno raccontato il loro progetto che speriamo presto diventi realtà nel porto di Trondheim in Norvegia.

Quest’anno, visto l’elevato spessore di molte candidature arrivate, il Direttivo dell’Associazione ha deciso di consegnare uno Speciale Attestato di Merito ad un ragazzo che si è distinto in numerosi e diversi campi della cultura e della comunicazione e che incarna perfettamente i valori dell’Associazione L’Agorà di Lavagna, con  il suo impegno a livello sia culturale, sia sociale e per il grande contributo che dà al territorio e per essere ogni giorno un esempio di forza e amore per la vita, per giovani e meno giovani: Nicolò Pagliettini che si è esibito in un brano musicale accompagnato dalla madre Titta Arpe in LIS ( Lingua dei segni Italiana).

Una menzione speciale nella consegna della pergamena anche per Enzo Silvestri, il giovane studente della Scuola Alberghiera di Lavagna, vincitore del torneo di pesto al mortaio 2015  in ricordo di Denis Alushaj e che ad aprile parteciperà ai mondiali che si terranno proprio a Genova.

Dopo la premiazione ci siamo spostati nell’adiacente Sala Rocca in cui la Scuola Alberghiera e il Comune di Lavagna hanno offerto un rinfresco agli ospiti intervenuti.

E’ stata una bellissima edizione e a tutti i ragazzi che hanno partecipato, anche e soprattutto a quelli che per quest’anno non hanno vinto vogliamo ricordare la frase scritta sulla pergamena di partecipazione che hanno ricevuto :”Qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia. L’audacia reca in se genialità, magia e forza. Comincia ora” J.W.Göethe

Al prossimo anno!

Previous Image
Next Image

info heading

info content