Vincitori Premio Francesco Dallorso VI edizione

Ecco i nomi dei vincitori di categoria e delle menzioni speciali formulate dai giudici con le motivazioni che hanno portato alle scelte della sesta edizione del Premio Francesco Dallorso.
LETTERATURA/PROGETTI MULTIMEDIALI
Giudice di categoria: Dott.ssa Valeria Corciolani
VINCITORE: Liceo Artistico Luzzati con il docufilm
“DA CHIAVARI AD AUSCHWITZ – VIAGGIO NELLA MEMORIA”
Motivazione: “Per aver dato immagini, attenzione e voce a uno dei periodi più drammatici e dolorosi della Storia, portandoci a riscoprire luoghi, fatti e memoria del nostro territorio, proponendoli con appassionata cura e singolare immediatezza”
Menzione speciale per il Libro Pop Up “Sul filo delle parole” sul tema della Shoah della Classe 3D del Corso Tecnico Grafico & Comunicazione dell’ Istituto Giovanni Caboto.
Motivazione: “Per la sintesi perfetta tra immagini e parole, realizzata con creativa e sensibile originalità”.
LETTERATURA
Giudice di categoria: Dott.ssa Valeria Corciolani
VINCITORE: Yari Demartini con la poesia “CITTA’ DI TE”
Motivazione: “Per aver saputo tratteggiare con incisiva e colorata originalità l’importanza dell’Arte, sia nel nostro esistere che nella bellezza di ciò che ci circonda”
SPORT
Giudice di categoria Luca Mangiante
VINCITRICE: Alessia Pomes
Motivazione: “Ad Alessia Pomes che a 12 anni è salita sul podio e anno dopo anno non ne è mai più scesa dimostrando una qualità rara, anche tra gli atleti di alto livello, la continua ricerca delle motivazioni per migliorare sé stessa, per eccellere”.
SCIENZE
Giudice di categoria: Dr Andrea Chincarini
VINCITORE: Simone Copello
Motivazione: “Il Curriculum presentato dal Dr. Copello è ben documentato e di grande rilevanza scientifica. Mostra dedizione e passione per la ricerca, e fa trasparire maturità nelle iniziali attività di coordinamento e responsabilità. Le pubblicazioni scientifiche sono numerose e pertinenti, la descrizione dell’attività di ricerca è chiara e sottolinea correttamente il lavoro di Simone in seno alle collaborazioni scientifiche alle quali ha partecipato”
Menzione speciale per Guia Bianchi
Motivazione: “Il curriculum presentato dalla Dott.ssa Bianchi è eclettico e vivace. Mostra grande intelligenza, capacità relazionale, duttilità e propensione all’internazionalità. Le pubblicazioni sono pertinenti e di interesse nel campo. I numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali testimoniano un impegno nel proprio lavoro che va ben oltre il compito assegnato”.
ARTE
Giudice di categoria: Prof.ssa Raffaella Vernazza
VINCITRICE: Serena Leimer
Motivazione: “Per il tratto che la contraddistingue e l’impegno nello sviluppo della tecnica, che appare sicura ed approfondita”
Menzione per il “Progetto catalogazione e valorizzazione opere scultoree del Tigullio” presentato dal Liceo Artistico E. Luzzati
Motivazione: “Per l’interesse storico e sociale del progetto”.
ARTE/FOTOGRAFIA
Giudice di Categoria: Prof.ssa Raffaella Vernazza
VINCITORE: Giovani Mondani Artisti
(Ratto Alice – Rossi Gloria – Soracco Beatrice)
Motivazione: “Per la progettualità e l’originalità nella rappresentazione di un tema delicato, che riguarda la sfera psichiatrica senza essere caduti nella retorica”.
Menzione: Agazzi Laura e Macchiavello Damiano
Motivazione: “Per aver catturato un’emozione con uno scatto”.
Menzione: Classe 4A dell’Istituto G. Caboto
Motivazione: “Per l’impegno sociale, visto il tema affrontato “Contro le mafie”, sempre purtroppo attuale”.
Nei prossimi giorni pubblicheremo alcuni video che i ragazzi ci hanno inviato dopo aver comunicato loro la vittoria.
Ricordiamo che la premiazione dei vincitori di questa edizione si terrà insieme a quella del 2021, nel centenario della nascita del Maestro Dallorso.
In un momento così difficile riteniamo ancora più doveroso impegnarci per i giovani e dar voce ai loro progetti e alla loro visione del mondo. “#lontani ma #vicini “

Raccolta a favore del personale sanitario dell’asl 4.

#agoràrestaacasamanonsiferma #volontariato #italiacheaiuta sono gli hashtag che ben sintetizzano il lavoro svolto dall’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna in questi mesi di emergenza Covid.
Si può restare a casa e aiutare, dando una mano a chi è in trincea e a chi lotta contro la malattia. L’emergenza Covid potremmo definirla “Il tempo della responsabilità” e, grazie alle tante persone che concretamente ci hanno sostenuto con le loro donazioni, la nostra Associazione è riuscita ad aiutare in modo tangibile chi a casa non può starci e ogni giorno rischia la propria salute per permetterci di riprendere al più presto una vita normale.
L’inattività dei primi giorni dell’emergenza ci stava logorando ma, sebbene volessimo da subito metterci a disposizione, abbiamo voluto attendere di avere tutti gli strumenti per poterlo fare in modo davvero utile ed efficace.
Grazie ad alcune persone che vivono sulla loro pelle l’emergenza, (i veri eroi di questo momento storico, medici, infermieri e tutto il personale sanitario) abbiamo avuto una lista dei dispostivi di protezione mancanti o comunque non sufficienti.
Dopo giorni convulsi di e-mail e telefonate, contatti e risposte negative, finalmente siamo riusciti a trovare alcuni fornitori che ci hanno fatto pervenire presidi e dispositivi di vitale importanza per il Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante che sta gestendo i casi di Covid-19 sul nostro territorio, per il Pronto Soccorso di Lavagna, per il GSAT e per alcuni reparti del nostro polo ospedaliero.
Di seguito le consegne di DPI effettuate dalla nostra Associazione:
24/03
Grazie alle tante donazioni pervenute abbiamo effettuato la prima “consegna” di presidi di protezione individuale al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante: n. 47 tute cat. III per la protezione da rischio biologico.
26/03
Consegnate al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante n. 350 mascherine FFP2 e n. 27 occhiali per la protezione individuale.
27/03
Cento mascherine FFP2 sono state consegnate anche al GSAT (Gruppo Strutturato di Assistenza Territoriale) di Lavagna, dedicato all’emergenza epidemiologica da Covid 19. In questo Gruppo ogni turno è formato da un medico e da un infermiere che garantiscono la continuità assistenziale sia ai pazienti affetti da coronavirus senza sintomi di rilievo e quindi gestiti a domicilio, sia ai pazienti dimessi dall’ospedale. Inoltre il GSAT si occupa dell’esecuzione dei tamponi nella fase di diagnosi precoce sui soggetti individuati e segnalati dai Servizi di Igiene e Prevenzione aziendali, lavorando in sinergia anche con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta.
31/03
Ulteriore consegna di dispositivi di protezione personale riservati al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante: n. 2000 copriscarpe in TNT impermeabile con elastico al ginocchio.
02/04
Consegnati al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante n. 23 paia di zoccoli ospedalieri certificati, in gomma termoplastica, antiscivolo e sterilizzabili.
23/04
Consegnate n. 50 mascherine FFP2 e n. 20 tute protettive al personale del Pronto Soccorso di Lavagna che ogni giorno, con il suo operato, garantisce sul nostro territorio il primo soccorso in ogni situazione sanitaria, dalla più semplice alla più complicata.
01/05
Consegnate n. 20 tute per la protezione da rischio biologico al Reparto Covid dell’Ospedale di Sestri Levante.
13/05
Consegnate al Pronto Soccorso di Lavagna n. 200 visiere protettive in policarbonato, per poter consentire ai medici e agli infermieri di questa importantissima struttura, di operare in massima sicurezza.
18/05
Ulteriore consegna di n. 150 visiere protettive che sono state suddivise tra il Reparto Pre-Covid dell’Ospedale di Sestri Levante e i reparti di ostetricia, pediatria, chirurgia, medicina e neurologia di Lavagna.
Chi conosce la nostra Associazione sa che operiamo nella massima trasparenza e, come in altre occasioni prima di questa, vogliamo aggiornarvi alla data di oggi 27/05/2020, sulla nostra raccolta per emergenza Covid-19.
Donazioni ricevute: € 6.650,64 sul c/c + € 315,00 in contanti per un totale di € 6.965,64.
Pagamenti effettuati:
– n. 2000 calzari TNT impermeabili € 304,88
– n. 500 mascherine FFP2 € 1.952,00
– n. 23 paia di zoccoli sanitari € 391,88
– n. 47 tute protettive monouso cat. III € 258,50
– n. 27 occhiali protettivi € 87,00
– n. 20 tute protettive monouso cat. III € 126,00
– n. 20 tute protettive € 657,09
– n. 200 visiere protettive € 1.581,12
– n. 150 visiere protettive € 698,91
per un totale di uscite pari a € 6.057,38
I restanti € 908,26 sono stati devoluti al Comitato Assistenza Malati Tigullio per il suo costante impegno a sostegno degli ammalati e della salute nel nostro comprensorio.
Ringraziamo di cuore i Soci, il Gruppo ATC Genova 2 Squadra cacciatori 158 del Comune di Ne, il Gruppo Genitori alunni Scuola Elementare E. Riboli, il Sampdoria Club “Gianni De Paoli”, il Genoa Club “Ugo Vignale” e tutte le persone che hanno contribuito con le loro donazioni alla nostra raccolta fondi pro “Emergenza Coronavirus”.
Ringraziamo inoltre i fornitori che con la massima disponibilità e sensibilità ci hanno aiutato a reperire il materiale e hanno risposto alle nostre e-mail di richiesta presidi anche nei giorni festivi e fuori orario di lavoro:
• Il Sig. Ramiro di “Jefe Antinfortunistica Sas” di Lavagna che ha fatto davvero i salti mortali per recuperare i DPI che ci venivano richiesti.
• La Ditta “Surgika Srl” di Levane (AR) nella persona del Sig. Andrea Marini che si è prodigato personalmente affinché questo “miracolo” potesse avvenire e le tanto agognate mascherine fossero consegnate ai nostri operatori sanitari in prima linea.
• La Ditta “Medicalmono Srl” di Grassobbio (BG) che, nonostante si trovi in una delle zone d’Italia più colpite da questa pandemia, ha continuato a lavorare e a garantire un così importante servizio su tutto il territorio nazionale.
• “Reposa Group”, brand commerciale di Giannoni Group Srl di Empoli (FI), Azienda che da oltre quarant’anni si è specializzata nella produzione di calzature sanitarie made in Italy al 100% a partire dalle materie prime.
• La Ditta “Canevari Group Srl” di Rivanazzano Terme (PV).
• La Ditta “Elettroglobal Srl” di Vicopisano (PI).
Tutti i Fornitori da noi contattati si sono dimostrati sensibili e attenti alle richieste, non solo cercando di consegnarci i DPI in tempi celeri ma anche, vista le finalità degli acquisti, con scontistiche e prezzi davvero di favore.
In questo momento di emergenza è stato difficile anche riuscire a ordinare i DPI necessari e con le corrette certificazioni, data la richiesta impellente su tutto il territorio nazionale, tuttavia noi non abbiamo desistito!
L’impegno preso e portato avanti grazie alle vostre donazioni, è arrivato al termine. L’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna ha, per il momento, concluso le consegne essendo terminato il periodo di emergenza. Speriamo che da oggi si possa guardare verso il futuro con relativa tranquillità cercando di non abbassare la guardia e mantenendo le giuste distanze indossando la mascherina.
Crediamo di aver fatto del nostro meglio e speriamo sia stato utile.
Ancora un grazie di cuore a tutti, in tempi difficili ci avete dimostrato come l’unione faccia la forza, sempre!

Premio Dallorso VI edizione

L’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna presenta la sesta edizione del “Premio Francesco Dallorso”, in ricordo del Maestro Scultore lavagnese che ha sempre creduto nei giovani e nelle loro enormi potenzialità.

 Questo Premio, che quest’anno ha attenuto non solo Patrocinio del Comune di Lavagna ma anche quello dell’Istituto Scolastico Regionale per la Liguria, ha lo scopo di far conoscere giovani meritevoli del comprensorio che ogni anno si distinguono nelle varie discipline artistiche, scientifiche, sportive e culturali.

Nelle prime cinque edizioni sono stati premiati giovani di grande talento e Agorà, in molti casi, ha continuato a seguirli nel loro percorso artistico e culturale.

L’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna ritiene che il “Premio Francesco Dallorso” abbia mantenuto le aspettative con cui era nato e che i giovani vincitori abbiano perseguito la strada del successo anche grazie all’impegno di chi ha creduto in loro sin dal primo momento.

Invitiamo pertanto tutti i giovani nati o residenti a Genova e Provincia con un’età compresa tra i 14 e i 30 anni a leggere il regolamento che possono trovare sul nostro sito web e ad inviare le loro candidature entro il 29 Febbraio 2020 alla nostra mail info@agoradilavagna.org, o richiedendo informazioni ai seguenti numeri di telefono 347/8309733 e 347/1145456, o via posta indirizzata a Associazione Culturale “L’Agorà di Lavagna” Via Roma n. 16 – 16033 Lavagna (GE), oppure attraverso la pagina facebook dedicata all’evento: https://www.facebook.com/PremioFrancescoDallorso/”.

Scaricate qui il regolamento.

Calendario d’Autore 2020 “

Per il sesto anno consecutivo, l’Associazione Culturale “L’Agorà di Lavagna” ha realizzato il Calendario d’Autore.
La presentazione del Calendario d’Autore 2020 si terrà Domenica 1 Dicembre 2019 alle ore 17.30 presso la Sala Albino della Biblioteca Civica di Lavagna – Piazza Ravenna n. 3.
“Scatto Matita Scalpello” sarà il titolo del Calendario 2020. Fotografia, fumetto e scultura: diverse forme d’arte come espressione di creatività e fantasia.
Ogni anno Agorà dedica alcune immagini del Calendario d’Autore al vincitore per la Categoria arte del “Premio Francesco Dallorso”. Nell’edizione 2019 abbiamo avuto due vincitrici: Khouloud Aniba per la fotografia e Marta De Vincenzi per il fumetto. Alle foto e ai disegni di queste due giovani artiste saranno dedicate otto pagine del nostro calendario.
Khouloud e Marta interverranno alla presentazione del Calendario d’Autore, avremo così modo di conoscerle meglio sia personalmente che artisticamente e le loro opere ci accompagneranno per otto mesi del 2020.
Le altre quattro immagini del Calendario d’Autore sono dedicate alle sculture del Maestro Intagliatore Franco Casoni. E’ difficile riassumere in poche righe la figura del Maestro. Basta entrare nella sua bottega per restare a bocca aperta: ci accolgono meravigliose polene, ritratti, busti, stemmi, statue grandi e piccole, una miriade di opere che sembrano far parte di un piccolo set cinematografico. La sua abile mano d’artista apre, scava, modella i materiali grezzi e ne ricava sculture di rara bellezza.
Il Maestro Casoni interverrà alla presentazione del Calendario d’Autore, ci racconterà di come ha coltivato il proprio talento manuale seguendo il percorso dell’apprendistato in bottega e ci illustrerà le sue opere dalle quali traspare una grande passione per il suo lavoro e una grande capacità tecnica.
Fulvio Di Sigismondo, socio Agorà; coordinerà l’incontro e intervisterà i tre artisti
Alla fine della presentazione, per chi lo desidera, sarà possibile acquistare una copia del calendario che ricordiamo è ad edizione limitata.

Diamo voce al Silenzio

Lunedì 25/11/2019 ricorre la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.
Anche quest’anno l’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna, in collaborazione con il Comune di Lavagna, vuole ricordare le vittime di femminicidio con l’evento “Diamo voce al silenzio” per dire NO alla violenza di genere che è una delle violazioni dei Diritti Umani più diffuse che nega il diritto delle donne all’uguaglianza, alla sicurezza, alla dignità, all’autostima e il loro diritto di godere delle libertà fondamentali.

Il silenzio è la condizione in cui spesso avviene la violenza sulle donne. Il silenzio della vittima, il silenzio del carnefice, il silenzio della società. Anche chi parla, chi fornisce dati, chi denuncia sembra non avere voce, perché certe voci si perdono nel vuoto del nostro non volerle ascoltare.

“Diamo voce al silenzio” si svolgerà lunedì 25 novembre. Alle ore 9.30 raduno dei partecipanti in Piazza della Libertà, presso la “Panchina rossa”, inaugurata dall’Associazione Agorà nel 2017 in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Dopo i saluti di un rappresentante dell’Associazione Agorà ci si trasferirà in corteo, accompagnati dalle note della Baba Jaga Band, in Piazza Falcone dove si svolgerà l’evento.

Alcune sedie vuote di colore rosso saranno posizionate sulla piazza. La sedia rossa, come impatto visivo per non dimenticare, sta ad indicare il posto che sarebbe stato occupato da donne uccise nel 2018.

Per questo momento di riflessione Agorà si avvarrà della collaborazione della Scuola Secondaria di 1° Grado “Don Gnocchi”, della Baba Jaga Band i cui componenti sono allievi della Sezione Musicale della “Don Gnocchi”, dell’Istituto Giovanni Caboto, del Liceo Artistico Emanuele Luzzati. Sarà presente anche l’artista Sebastian Victor Vug che esporrà e ci illustrerà una sua opera sul tema della violenza di genere: l’espressione artistica intesa come forma efficace di sensibilizzazione.

Anche l’Arma dei Carabinieri parteciperà alla manifestazione e attraverso l’intervento di suoi rappresentanti vuol far giungere ai ragazzi presenti un messaggio di condanna della violenza di genere ed un messaggio di stimolo ad agire per il cambiamento.
Musica, arte, letture ed interventi saranno parte integrante di questo evento che vuole essere momento di riflessione attenta e costruttiva. Siete tutti invitati a partecipare per condannare la violenza di genere, per riflettere affinché su questi fatti terribili non si abbassi mai la guardia e soprattutto per non dimenticare. Solo diffondendo nella società civile una nuova cultura di genere, riusciremo tutti insieme a sconfiggere la violenza e il falso “amore” che uccide.
Al termine della manifestazione Agorà raccoglierà le adesioni di tutti coloro che vorranno partecipare ad un Corso gratuito di autodifesa, articolato in più lezioni che si terranno presso la Palestra “La Scafa” di Corso Genova a Lavagna. Il Corso sarà organizzato dal Centro Studi Discipline Orientali 2000 e sarà tenuto da un Maestro Federale di Difesa personale. La data di inizio del corso sarà comunicata, in un secondo tempo, a tutti coloro che avranno aderito all’iniziativa.

1° Concorso Fotografico “Calma Azzurra…il mare e i suoi pesci”

In occasione della 2^ edizione della Sagra del Pesce Azzurro organizzata dal Genoa Club “Ugo Vignale” di Lavagna il 26 e 27 luglio 2019, l’Agorà di Lavagna in collaborazione con il Gruppo Fotografico DLF- EFI di Chiavari ha organizzato il 1° Concorso Fotografico a tema fisso ” Calma Azzurra…il mare e i suoi pesci” ( pesce azzurro: cibo e alimentazione, pesca, commercio del pescato, ecc. ). I lavori pervenuti sono stati esposti al pubblico   all’interno dei locali del Genoa Club “Ugo Vignale” durante la sagra; la premiazione dei vincitori è avvenuta il 27 Luglio. 

Grazie a quanti hanno partecipato.

Gialli sotto la Torre

L’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna il 22 Giugno 2019 alle ore 21,00 in collaborazione con il Circolo Culturale “Amici del Brunzin” e il patrocinio del Comune di Lavagna, organizza una serata dal titolo “Gialli sotto la Torre”.
Un ambiente magico e una suggestiva serata di singolare connubio tra “gialli e musica” ci auguriamo facciano provare emozioni uniche a tutti i partecipanti.
Protagonisti della serata saranno gli autori Marcella Nigro, con il suo giallo intriso di sensualità “I segreti di Courtstone House” e Ugo Nasi che ci presenterà il suo thriller storico “Arcana Rubris”.
Coordinatrice e moderatrice della serata sarà Laura Pasi,  attrice e fondatrice del gruppo teatrale “Carascomedy”.

Marcella Nigro, nata a Modena e bolognese di adozione, concepisce la scrittura come mezzo espressivo per portare alla realtà sentimenti, passioni, ideali. Scrivere per lei è una piacevole abitudine quotidiana: appunti, pensieri, racconti brevi, scaturiscono come espressione personale che le ha permesso di fare un altro passo in avanti verso una migliore comprensione di quella natura umana della quale è tanto curiosa.
“I segreti di Courtstone House” è un giallo dove i protagonisti vengono messi a nudo dall’autrice e definiti nel loro sentire più intimo; protagonisti messi di fronte a una serie di delitti misteriosi.
Una famiglia apparentemente normale, i McFinn, ma che cela segreti inimmaginabili…….

Ugo Nasi è un avvocato di Milano nato nel 1958. Da qualche anno vive in un piccolo borgo della Maremma. E’ appassionato di storia medievale, così densa di lati nascosti, oscuri e misteriosi. Lati che stimolano la curiosità perché intrisi di leggenda e di mito.
“Arcana Rubris”: ci riporta ad un’antica leggenda in cui si racconta di un castello sulle colline toscane dove sarebbe nascosto un tesoro. Una misteriosa formula matematica, che sembra arrivare dal nulla, giunge in uno studio legale. E poi un dipinto. Un quadro medievale realizzato da un pittore eccelso ma che nasconde in sé una terribile maledizione. Sullo sfondo, una catena di feroci omicidi che sconvolgono la sonnolenta provincia toscana……
Certamente intriganti le trame dei due gialli, a voi scoprire il finale!

Per quanto riguarda la parte musicale Giulia Cancedda in arte Cance, vincitrice per la Categoria Musica del Premio Francesco Dallorso 2018, ci regalerà con la sua chitarra intermezzi musicali di grande spessore e ci farà ascoltare il suo nuovo singolo “Conosci?”. Un repertorio Pop, Soul e Funky che ben si integra nel contesto della serata.
Vi aspettiamo numerosi, come sempre ingresso gratuito.

Intitolazione fontana ad Elena Bono

E’ stato un onore per Agorà condividere con il Centro Italiano Femminile, e le associazioni Le Muse Novae Club, Le arti si incontrano, F.I.D.P.A., B.P.W.Italy Sez.Tigullio, HIRO And Co, L’Agave, Soroptimist International Club, SNOQ Se non ora quando Tigullio, Ass. Tigullio Eventi, Zonta International Club of Portofino,Tigullio,Golfo Paradiso,  il progetto ”Nome di donne per le fontane della nostra città”, che grazie all’amministrazione di Chiavari è diventato realtà il 2 giugno 2019 intitolando alla grande poetessa Elena Bono una delle fontane centrali della città.
La targa in ardesia che è stata posta ai piedi della fontana riporta, oltre ai siimboli di tutte le associazioni che hanno collaborato per la sua realizzazione, una frase di Elena Bono molto rappresentativa che proprio la nostra associazione ha presentato tra quelle possibili e che è stata scelta per essere incisa a perenne ricordo della poetessa e scrittrice : ” Libertà o schiavitù: il problema è la necessità della scelta”.
L’evento è stato arricchito dalla partecipazione del gruppo canoro “Doula” che ha magistralmente interpretato la canzone Prayer of the Mothers di Yael Deckelbaum e dagli alunni dell’Istituto Caboto di Chiavari che hanno portato in scena un estratto di un’opera di Elena Bono.

 

 

La stella negata al grande Genoa

Venerdì 7 Giugno alle ore 20,30 nei locali del Genoa Club “Ugo Vignale” di Lavagna si terrà la presentazione del libro “La stella negata al Grande Genoa” scritto da Giancarlo Rizzoglio con illustrazioni di Marco Montaruli.
Durante la serata saranno proiettati anche filmati originali del campionato dell’epoca.  L’evento è riservato ai soci del Club e ai simpatizzanti, seguirà rinfresco.

Agorà al Festival della Parola 2019

“Dialogo” sarà la parola chiave del Festival della Parola 2019. Dal 30 maggio al 2 giugno, a Chiavari si potranno vivere quattro giorni intensi ricchi di appuntamenti culturali, spettacoli e confronti con il pubblico. L’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna sarà presente al Festival della Parola e al Fuorifestival con una serie di incontri dedicati al dialogo. E’ un onore essere stati invitati a questo importantissimo evento che potrà mettere in risalto e far conoscere la nostra mission ed il nostro impegno a favore della cultura. Ringraziamo il Comune di Chiavari, Helena Molinari ed Enrica Corsi per averci offerto questa fantastica opportunità.

Agorà ha voluto dedicare il proprio stand al Maestro Francesco Dallorso recentemente scomparso. Presso la postazione Agorà si potranno vedere alcune opere e foto dello scultore lavagnese.     Tra gli eventi che annualmente vengono organizzati dall’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna ha un posto di rilievo il “Premio Francesco Dallorso”. Ogni anno vengono valorizzati e fatti conoscere i ragazzi che nel nostro territorio si distinguono in Arte, Letteratura, Sport, Musica, Teatro e Scienze. Francesco Dallorso era onorato e fiero del Premio a lui intitolato in quanto credeva fermamente nei giovani e nelle loro potenzialità e li esortava a perseguire il bello anche a costo di sacrifici e tanto impegno.

Il primo appuntamento che vedrà coinvolta Agorà si terrà giovedì 30 maggio alle ore 11.30 presso l’Auditorium San Francesco. In collaborazione con la nostra Associazione e con la Libreria Fieschi di Lavagna, l’Autore Biagio Goldstein Bolocan presenterà il suo libro “La bella Resistenza – L’antifascismo raccontato ai ragazzi” (Ed. Feltrinelli).

Il 30 maggio alle ore 16.00 in Via Martiri della Liberazione, presso la postazione della nostra Associazione, si terrà un Laboratorio ludico per bambini che li coinvolgerà in modo attivo al dialogo e ad esprimere la loro creatività. Le scrittrici Laura Fogliati e Daniela Tresconi, con letture tratte dai loro libri “Storia di un’amicizia coraggiosa” (Edizioni Panesi), e “Il piccolo faro e il delfino blu” (NSP Edizioni) si confronteranno e interagiranno con i bambini presenti e, attraverso il binomio lettura e disegno, si potrà scoprire con il linguaggio dei colori il mondo interiore fantastico dei bambini. Seguirà una “salutare” merenda per i piccoli artisti grazie ai prodotti offerti da Latte Tigullio Rapallo.

Venerdì 31 maggio alle ore 16.00, presso la postazione della nostra Associazione, l’autore Salvo Agosta presenterà il suo secondo romanzo “Quell’attimo di gioia” (Ed. Tigulliana), a seguire un incontro molto significativo con Alessia Refolo che ci parlerà del suo lavoro “Se vuoi puoi. Una vita al di là del buio” (Hever Edizioni). Questa scrittrice, non vedente, con le sue parole vuole trasmettere a tutti noi il messaggio che nella vita tutto è possibile se lo si vuole fortemente. Nicolò Pagliettini accoglierà ed intervisterà l’autrice. Presenzieranno a questo momento rappresentanti dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – Sezione di Chiavari e rappresentanti dell’Associazione Noi Handiamo di Sestri Levante.

 

Sabato 1 Giugno alle ore 11.15 Radio Aldebaran trasmetterà in diretta una breve intervista di Salvo Agosta a Lina Dallorso, Vicepresidente dell’Associazione Agorà e figlia dello Scultore Francesco Dallorso. Durante l’intervista si parlerà della vita e delle opere del maestro.

Alle ore 17.00 presso la nostra postazione, la scrittrice Daniela Soncina presenterà il suo libro “Note di Parole” (Panesi Edizioni). Daniela, Membro del Direttivo Agorà, definisce il suo lavoro “Parole sparse, appuntate in versi. Nessun ordine logico. Solo l’estro del momento che dal cuore è fluito alla mano, alla penna, al foglio e lì ha fissato emozioni, sensazioni, idee.” Dobbiamo doverosamente dire che i proventi dei libri scritti da Daniela Soncina sono sempre stati devoluti alla nostra Associazione che li utilizza per scopi benefici. Daniela sarà accompagnata dall’artista Sebastian Victor Vug che ha realizzato la copertina del suo libro.

 

Domenica 2 giugno alle ore 11.00 la Fontana di Piazza Matteotti sarà intitolata alla Poetessa e Scrittrice Chiavarese Elena Bono. L’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna ha collaborato alle realizzazione di questa bella iniziativa con il CIF e con altre Associazioni del nostro territorio.

Alle ore 18.00 presso lo stand Agorà, a conclusione di quattro giornate intense, ci sarà la presentazione del libro di Graziano Consiglieri “La saga dei Catari” (Ed. Araba Fenice).

Dialogo, confronti, idee, progetti, passioni ed interessi sono tematiche che animano la nostra Associazione. Ci auguriamo che le persone che parteciperanno ai nostri eventi dedicati al Festival della Parola 2019 e che incontreremo presso la nostra postazione, sappiano cogliere questi valori che ci animano e che ci stimolano a continuare il nostro impegno associativo.

Vi aspettiamo e ci auguriamo che sarete numerosi!

 

 

Uovo del Cuore – edizione “Il Derby”

Volete sapere chi ha vinto il Derby del ❤️?
Ebbene c’è stato un bellissimo pareggio tra Genoa Club Ugo Vignale Lavagna e Sampdoria Club “Gianni De Paoli” Lavagna!
Con tutti voi ed il loro contributo abbiamo raccolto più di 120 uova e 5 colombe pasquali che sono state donate rispettivamente alla Casa Famiglia Gulliver di Borghetto Vara, all’Istituto per il Baliatico di Chiavari, alla Divina Provvidenza di Lavagna, al progetto “Carcere e Bambini” di Telefono Azzurro su Chiavari e agli ospiti dell’Istituto Devoto di Lavagna.
In più quest’anno alcune delle uova raccolte hanno raggiunto “Casa Ronald, una struttura situata a circa 500mt dall’ospedale Civile di Brescia formata da 9 mini appartamenti dove vengono ospitati bambini per lo più malati di leucemia che sono in attesa di trapianto osseo o post trapiantati dove possono alloggiare insieme alle loro famiglie che arrivano da tutta l’Italia grazie alla collaborazione di alcuni soci di Agorà con il gruppo bikers de “i Casinisti” che segue la struttura.
Grazie a quanti hanno partecipato con noi alla raccolta!

Tutto Leone – viaggio nel cinema di un grande maestro.

Si è svolta Venerdì 12 Aprile alle ore 21 presso l’Auditorium Campodonico di Lavagna, l’ultima serata del ciclo “Venerdì Letterari” organizzata dalla nostra associazione in collaborazione con la Libreria Fieschi e il patrocinio del Comune di Lavagna.
Una serata densa di filmati e ricca di aneddoti su Sergio Leone magistralmente condotta da Oreste De Fornari e Guia Croce.
Passando attraverso i filmati di “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più”, “Il Buono, il Brutto e il Cattivo”, approdando poi a “Giù la testa” per terminare con forse quella che è stata l’opera più importante per Sergio Leone “C’era una volta in America”, Oreste De Fornari ci ha raccontato la vita di questo grande regista, dei suoi sessant’anni vissuti intensamente, dei suoi inizi e dei progetti che purtroppo per via di una morte prematura non ha potuto portare a termine.
La critica di De Fornari si muove attraverso il paragone con i film western americani perché, ci insegna l’autore di “TuttoLeone”, è attraverso il paragone che noi capiamo “cosa una cosa è e cosa non è”. Il western italiano creato da Sergio Leone si distacca dai classici americani per la mentalità “macchiavellica” e spesso “boccacesca” con cui il regista dipinge i suoi personaggi, che non agiscono per grandi ideali ma per cose molto meno edificanti, come il denaro e il potere, creando siparietti comici con atteggiamenti da “spaccone” dove l’astuzia la fa da padrone. Naturalmente a tutto questo si fonde la musica di Ennio Morricone che diventa indispensabile per rendere indimenticabile una pellicola dove l’azione si svolge più lentamente che altrove.
Due ore intense che ci hanno regalato un squarcio nitido sul modo di fare regia di una grande icona dei nostri tempi.
Un ringraziamento speciale a Guia Croce e Oreste De Fornari per averci regalato questa serata, a Massimo Amicone della Libreria Fieschi per aver condotto la parte video e a tutte le persone intervenute.

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Premio Francesco Dallorso V edizione

Con la Cerimonia di Premiazione, che si è tenuta presso l’Auditorium Campodonico di Lavagna, si è conclusa oggi pomeriggio la 5^ Edizione del “Premio Francesco Dallorso”.

Questa edizione è stata particolarmente sentita da tutti i partecipanti per la recente scomparsa del Maestro Francesco Dallorso.

Agorà ha voluto dedicare al Maestro un breve ricordo con foto e filmati delle precedenti edizioni del Premio. Un modo per avere virtualmente Francesco Dallorso in sala, in mezzo ai tanti ragazzi in cui lui credeva fermamente e che esortava a perseguire il bello anche a costo di sacrifici e tanto impegno.

Dopo questo momento molto toccante si è entrati nel vivo della Cerimonia di premiazione.

Le persone presenti in sala hanno potuto apprezzare e conoscere i numerosi candidati durante le loro interviste ed applaudire i vincitori di categoria che sono stati:

per la Categoria Arte: Marta De Vincenzi della Scuola di Fumetto di Chiavari, che ha realizzato le illustrazioni dell’opuscolo “Il guardiano delle nostre valli”

per la Categoria Fotografia: Aniba Khouloud dell’Istituto Caboto di Chiavari per le foto “Liberati” e “Gli opposti”

per la Categoria Letteratura: Noa Schenone ed Edoardo Tealdo dell’Istituto Caboto di Chiavari per “Il topo con gli occhiali”

per la categoria Progettualità Multimediale: Danilo Lagomarsino dell’Istituto Caboto di Chiavari per il Video “L’appello”

per la Categoria Sport: Andrea Vittoria Rizzi della Chiavari Scherma A.S.D.

Il “Premio Speciale l’Agorà di Lavagna” è stato assegnato al “Piccolo Coro Anna e Aldo Faldi” della Scuola di Musica dell’Associazione Franco Pucciarelli

Presenti i giudici di categoria accompagnati dai vincitori dello scorso anno:

Maurizio Vaccarezza (Bibi) e Michele De Robertis per Arte,

Evro Margarita e Alberto Razzetti per Sport,

Il Dr. Francesco Brunetti e Gianluca Scalera per Letteratura e Progettualità Multimediale.

Un grazie ad Elisa Folli, che ha brillantemente condotto la cerimonia di Premiazione, a TWebNews e alle emittenti televisive Entella TV e Telepace che hanno dato ampio spazio al nostro evento.

Grazie a tutti i ragazzi che hanno presentato la loro candidatura: il “Premio Francesco Dallorso” è stato voluto e dedicato ai giovani talenti e senza la loro partecipazione questo Premio non potrebbe esistere.

Grazie al Comune di Lavagna che, come nelle precedenti edizioni, ha dato il suo Patrocinio per questa manifestazione.

Grazie davvero a tutti e arrivederci alla prossima edizione…