Le arti in giardino

“Le Arti in giardino”, evento nato da un’idea di Daniela Soncina, membro del Consiglio Direttivo e socia “storica” di Agorà, ha voluto creare un suggestivo connubio tra arte, poesia e musica, che ci auguriamo farà provare emozioni uniche a tutti i partecipanti.

Erano presenti:

Letteratura: Valeria Corciolani, giudice per la categoria Letteratura al Premio Dallorso anno 2016,  ci ha parlato un po’ di lei, dei suoi libri e soprattutto dei due gialli ambientati a Chiavari:  “Acqua Passata” e “Non è tutto Oro”, introdotta dal sensibile e capace Dottor Brunetti.

Poesia: sono state lette poesie di Daniela Soncina e Veronica Solari.

Arte: erano presenti i vincitori delle varie edizioni del “Premio Francesco Dallorso” – Categoria Arte: Carlotta Sangaletti e Michele De Robertis che esporranno alcune delle loro opere.

Il giovane scultore Sebastian Victor Vug ha presentato un suo lavoro che esporrà alla biennale di Milano e il musicista Andrea Carlini ci ha allietato con la sua melodia.

Presenza straordinairia della serata, il Maestro Scultore,Francesco Dallorso che ha esposto alcuni avori ed i relativi disegni preparatori.

La serata a scopo benefico ha raccolto la ragguardevole somma di € 300,00 che l’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna ha deciso di devolvere al progetto “Acquistiamo insieme un’ambulanza per la CRI di Lavagna”.

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Cerimonia di premiazione IV edizione Premio Francesco Dallorso

Con la Cerimonia di Premiazione, che si è tenuta presso l’Auditorium Campodonico di Lavagna, si è conclusa oggi pomeriggio la 4^ Edizione del “Premio Francesco Dallorso”. Le persone presenti in sala hanno potuto apprezzare e conoscere i numerosi candidati durante le loro interviste ed applaudire i vincitori di categoria che sono stati:

per la Categoria Arte: il pittore Michele De Robertis

per la Categoria Letteratura: il giovane talento Gianluca Scalera

per la Categoria Teatro: la Compagnia Teatrale “Quelli che la raccontano”

per la Categoria Musica: Giulia Cancedda, cantante e cantautrice

per la Categoria Sport: il nuotatore Alberto Razzetti

Il “Premio Speciale l’Agorà di Lavagna” è stato assegnato al Progetto “Chimera Factory” di Greta Canepa ed Emilio Moraschi che ha come finalità quella di favorire e promuovere lo sviluppo culturale attraverso diverse forme d’arte.

Presenti i giudici di categoria accompagnati dai vincitori dello scorso anno: Michele Clerico e Carlotta Sangaletti per Arte, Aldo Mistrangelo e Luca Den Hollander per Musica, Stefania Sommi e “La Compagnia Sinistra” per Teatro, Stefano Robotti e Simone Mangiante per Sport e Annalisa Panesi per Letteratura.

Un ringraziamento speciale va al Maestro Francesco Dallorso che, alla veneranda età di 97 anni, ha raccontato episodi della sua carriera e ha parlato delle sue innumerevoli opere su avorio, ardesia, marmo, legno, corallo e oro.

Un grazie al conduttore Marco Gotelli, che ha brillantemente condotto la cerimonia di Premiazione.

Grazie alla delegazione dell’Istituto Caboto di Chiavari guidata dal Dirigente Scolastico Glauco Berrettoni che ci ha donato una bellissima targa a ricordo di questa speciale edizione 2018.

Ringraziamo le Istituzioni: il MIUR Ufficio Regionale Scolastico per la Liguria e il Comune di Lavagna per averci concesso il Patrocinio per questa manifestazione e in particolare l’Assessore ai Servizi Sociali, Famiglia e Pubblica Istruzione di Chiavari, Fiammetta Maggio per la gradita presenza.

Ma il ringraziamento più grande va a tutti i ragazzi che hanno presentato la loro candidatura: il “Premio Francesco Dallorso” è stato voluto e dedicato ai giovani talenti e senza la loro partecipazione questo Premio non potrebbe esistere.

Arrivederci alla prossima edizione…

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Premio Francesco Dallorso IV edizione!

L’Associazione Culturale l’Agorà di Lavagna è lieta di presentare la quarta edizione del “ Premio Francesco Dallorso ”, studiato appositamente per dare lustro al nostro amato Maestro Scultore e nello stesso tempo portare alla ribalta i giovani che ogni anno si distingueranno nelle varie discipline artistiche, scientifiche, sportive e culturali.

Vorremmo che questa manifestazione diventasse un punto d’orgoglio per il nostro comprensorio e per questo l’abbiamo pensata, per incitare e dare il giusto riconoscimento a quei giovani che si impegnano nelle loro passioni o professioni ed unire a queste “eccellenze” la nostra “eccellenza” nostrana, il Maestro Francesco Dallorso, che sui giovani ha sempre puntato!

Le prime tre edizioni hanno portato alla ribalta giovani di grande talento in tutte le discipline che Agorà ha in molti casi continuato a seguire nel loro percorso artistico e culturale.

Agorà è lieta di poter affermare che il “Premio Francesco Dallorso” ha mantenuto le aspettative con cui era nato e che i giovani vincitori hanno perseguito la strada del successo anche grazie all’impegno di chi ha creduto in loro sin dal primo momento. Invitiamo pertanto tutti i giovani a leggere il regolamento e a inviare le loro candidature entro il 16 Febbraio 2018 attraverso la nostra mail info@agoradilavagna.org, richiedendo informazioni ai seguenti numeri di telefono 347/8309733 e 333/8934003 o attraverso la pagina facebook ufficiale dedicata all’evento.

L’Agorà di Lavagna (Via Roma 16 – 16033 – Lavagna -Ge ). Orario: sabato 10,30/12,00

Sito web http://www.agoradilavagna.org/

Pagina Facebook  Agorà  https://www.facebook.com/ AgoraLavagna

Pagina Facebook Premio Dallorso https://www.facebook.com/PremioFrancescoDallorso/

Note sotto l’albero 2018

Sabato 30 Dicembre 2017 alle ore 20,45 presso la Sala Albino della Biblioteca Civica di Lavagna, al termine della presentazione della mostra “Dettagli” organizzata dal circolo Fotografica-mente , si terrà il concerto “Note sotto l’albero”.

Al pianoforte si esibirà il giovane pianista Luca Den Hollander vincitore del “Premio Francesco Dallorso” 2017 per la categoria Musica.

La finalità del “Premio Francesco Dallorso” è quella di valorizzare e far conoscere i giovani talenti del nostro territorio ed in quest’ottica l’Associazione Culturale “L’Agorà di Lavagna” vuole dare la possibilità ai vincitori del Premio Dallorso di avere maggiore visibilità organizzando per loro eventi mirati, concerti e mostre.

“Note sotto l’albero” è uno di questi eventi. Durante il Concerto avremo modo di conoscere e apprezzare Luca Den Hollander attraverso la sua esibizione e alle parole del Prof. Gianfranco Carlascio che presenterà al pubblico il pianista che, nonostante la sua giovane età (15 anni), ha già un curriculum di tutto rispetto.

Attualmente frequenta il Liceo Scientifico Nicoloso da Recco ed il Corso preaccademico di Pianoforte con Solfeggio presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. Ha conseguito la certificazione di Livello A di Pianoforte.

Ha partecipato a diversi concorsi classificandosi sempre nelle primissime posizioni:

Maggio 2014   

  • Concorso Musicale Internazionale di Albenga (98/100 – 1° Premio ass.)
  • Concorso Musicale Internazionale di Roma (97/100 – 1° Premio)
  • Concorso Musicale Internazionale di Cavaglia (98/100 -1° Premio ass.)

Maggio 2015

  • Concorso Pianistico Nazionale “ J. S. Bach” Sestri Levante (88/100 – 3° Premio)
  • Concorso Musicale Santo Burrofato – Lino Botazzi (100/100 – 1° Premio ass.)

Maggio 2016

  • Concorso Pianistico Nazionale “J. S. Bach” Sestri Levante (93/100 – 2° Premio )
  • Concorso Pianistico Internazionale “Remo Vinciguerra” di Verona (94/100 – 2° Premio + Premio CD )

Luglio 2016

  • Registrazione brano CD nella Fazioli Concert Hall, Premio CD Remo Vinciguerra

Maggio 2017

  • Concorso Pianistico Nazionale “J. S. Bach” Sestri Levante (93/100 – 2° Premio)
  • Vincitore “Premio Francesco Dallorso” 2017 per la categoria Musica.

 

Le note di questo giovane pianista di soli 15 anni, vogliono essere il miglior augurio di “Buone feste” da parte dell’Associazione Culturale “L’Agorà di Lavagna” che invita tutta la cittadinanza a partecipare numerosa al concerto “Note sotto l’albero”.

Un ringraziamento particolare  al circolo “Fotografica-mente” per la preziosa collaborazione.

 

Agorà a LiB – Libri in Baia

Il 7 e 8 Ottobre 2017 abbiamo partecipato con un nostro stand alla Fiera dell’Editoria LiB – Libri in Baia che si è svolta a Sestri Levante presso il Centro congressi dell’Annunziata nella suggestiva cornice della Baia del Silenzio.

L’appuntamento fieristico è stato arricchito da eventi culturali di varia natura: presentazioni di libri e autori, incontri con professionisti del settore, workshop e laboratori tematici, intrattenimento e laboratori per bambini.

Come Agorà abbiamo presentato due libri:

  • Sabato 7 Ottobre alle ore 11,30, “Il Menù della memoria” un progetto che il Liceo delle Scienze Umane Marconi Delpino di Chiavari porta avanti da molti anni sul tema del rapporto tra le generazioni. In una realtà sociale sempre più caratterizzata dalla divaricazione tra giovani e anziani e da un progressivo invecchiamento della popolazione, gli autori si sono proposti di lavorare sulle storie di vita per avviare percorsi volti a favorire un rinnovato dialogo tra le generazioni, nella convinzione che questo possa aiutare a realizzare una società più giusta ed anche più sana.
    Il tema che è stato scelto per questa pubblicazione è il cibo, inteso come elemento non solo materiale, ma soprattutto culturale, conviviale, relazionale.
    Relatori sono stati la profesoressa Alessandra Risso e il professor Andrea Poggiali.
  • Domenica 8 Ottobre alle ore 17,30 Fulvio Di Sigismondo ha presentato il suo primo libro dal titolo “Tutto si muove da dentro- un nuovo incontro tra generazioni“.
    “Che ruolo possono assumere oggi gli adulti che si confrontano sui temi dell’educazione, in un tempo complesso e difficile come quello che stiamo vivendo?
    L’ansia e l’incertezza sono i due sentimenti più diffusi tra i giovani, ma anche tra gli adulti che dovrebbero istruirli e educarli.
    Attraverso quali esperienze e atteggiamenti possiamo rigenerare una pratica costruttiva del presente e un desiderio rinnovato di futuro?
    Tutto si muove da dentro – Un nuovo incontro tra generazioni è un percorso di riflessione alimentato dal dialogo con giovani che raccontano, tra paure e speranze, la propria e originale visione del tempo che stiamo attraversando e delle sue contraddizioni.

Oltre a questi due importanti eventi per tutta la durata della fiera sono stati ospiti al nostro stand i partcipanti e vincitori di alcune passate edizione del Premio Francesco Dallorso che esporranno le loro opere: Emanuele Lagomarsino, Nicolò Campodonico, Greta Canepa, Francesca Caporello e Claudia Chiartelli che hanno partecipato alle passate edizione del Premio nella categoria LETTERATURA presenteranno i loro lavori affiancati da Davide Tavino, Carlotta Sangaletti, Michele De Robertis Cheli, Sara Palla Pederzoli ed Enrico Nassano per la categoria ARTE.
I giovani hanno scelto insieme un tema comune, IL MARE, all’interno del quale ognuno ha potuto spaziare liberamente, per rendere l’esposizione ancora più ricca e multisensoriale. Durante i due giorni di esposizione alcuni dei nostri artisti hanno dato vita ad un “live painting” che ha catturato l’attenzione dei molti visitatori.

Inoltre con la collaborazione della Gelateria Artigianale 100% Naturale di Sestri Levante di Luca Pannozzo che ha offerto il suo squisito gelato, è stato possibile raggiungere la ragguardevole cifra di 505 euro che sono stati poi donati al progetto Doblò, a cui già in passato avevamo aderito, per l’acquisto di un mezzo attrezzato a favore della Croce Verde di Lavagna che porta il nome del ex presidente del Sampdoria Club De Paoli di Lavagna, Giuseppe Pino Podestà.

Un ringraziamento speciale agli organizzatori di questo fantastico evento per aver permesso a noi e ai nostri ragazzi di essere presenti.

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Cerimonia di premiazione terza edizione “Premio Francesco Dallorso”

Si è conclusa anche la 3° edizione del Premio Francesco Dallorso.
Tantissime persone hanno partecipato ed applaudito i nuovi vincitori che sono stati :
– Sport: Simone Mangiante campione italiano di WuShu specialità Taiji a mani nude e con spada e Medaglia di Bronzo al valore Atletico CONI;
– Scienze: la classe V del liceo scientifico Primo Levi di Ronco Scrivia con un progetto sulla Fotocatalisi;
– Teatro: La Compagnia Sinistra – gruppo teatrale;
– Arte: la giovane pittrice Carlotta Sangalettii che proprio ieri ha inaugurato una sua personale a Genova;
– Musica: il giovane pianista Luca Den Hollander;
– Letteratura: la classe V CNA dell’IIS C.Colombo di Camogli con un progetto intitolato “Apprendere nella condivisione”.
Vincitore del “Premio Speciale l’Agorà di Lavagna” Daniele Bacigalupo, ex studente dell’ Istituto Colombo, che ha realizzato la tesi da cui ha avuto origine proprio il progetto premiato nella cat. Letteratura.
Anche quest’anno abbiamo avuto giudici di grande spessore quali il campione mondiale Maurizio Felugo , la scrittrice Valeria Corciolani, il regista Antonio Panella, il Professore Riccardo Carlini, il Maestro Aldo Mistrangelo ed il Maestro d’arte Roberto Altmann affiancati dai vincitori della scorsa edizione che ringraziamo per la preziosa collaborazione.
Un ringraziamento speciale va al nostro caro Maestro Francesco Dallorso che, alla veneranda età dei suoi 95 anni, ha raccontato l’ inizio della sua meravigliosa carriera e delle innumerevoli opere lavorate su avorio, ardesia, coralli e oro.
Un grazie ai conduttori Rino Giannini ormai un veterano nella conduzione, professore, cabarettista e attore di teatro, e Monica Diotisalvii, una grande rivelazione, una grande amica….
Un grazie anche alle emittenti televisive che ci hanno dato ampio spazio con una bella intervista al Maestro Dallorso di Entella Tv e una ai giovani vincitori a cura di Telepace.
Grazie davvero a tutti e arrivederci alla prossima edizione…

Previous Image
Next Image

info heading

info content

“Oltre il Silenzio” – mostra d’arte collettiva

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne l’Associazione culturale l’Agorà di Lavagna ha raccolto con piacere l’invito a partecipare alla manifestazione prevista a Chiavari Mercoledì 23 Novembre 2016, organizzata dal Festival dell’Eccellenza al Femminile con il Comune di Chiavari, con il Liceo Classico Marconi Delpino e il Liceo Artistico Luzzati, in collaborazione con il MIUR e con il Patrocinio del Secolo XIX .

Per l’occasione abbiamo chiesto ai giovani artisti che hanno partecipato alle edizioni del Premio Francesco Dallorso di realizzare delle opere che fossero inerenti al tema della violenza sulle donne, lasciando loro libera espressione su come realizzarle.

La mostra dal titolo “Oltre il Silenzio” ha preso vita presso il foyer dell’auditorium San Francesco a Chiavari da Sabato 19 Novembre a Mercoledì 23 novembre, con orario 10-12/16-20 e con ingresso libero. Durante l’inaugurazione, che si è tenuta sabato 19 Novembre alle ore 17, una nostra socia Elisabetta Gorlero, ha portato la testimonianza diretta di questa terribile esperienza da lei vissuta in prima persona, supportata nel racconto dalla  Professoressa Giulia Marseglia, vicepreside del Liceo artistico Luzzati di Chiavari.

Gli artisti che hanno esposto:

Carlotta Sangaletti

Davide Tavino

Giuseppe Riga

Michele De Robertis

Sara Posa Pederzoli

Una mostra per non dimenticare e per sensibilizzare tutti, più e meno giovani a non abbassare la guardia e a non girarsi dall’altra parte di fronte a casi del genere.

Un grazie al Comune di Chiavari per il patrocinio e l’occasione concessaci!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

“Sgarbi Giovanili” – Mostra d’arte collettiva

Il Centro Giovani Chiavari, in collaborazione con l’Associazione Culturale Agorà di Lavagna e il patrocinio del Comune di Chiavari – Assessorato alle Politiche Giovanili,ha organizzato la mostra d’arte collettiva SGARBI GIOVANILI.

La mostra non si è sviluppata intorno a un nucleo tematico, ma ha voluto dare visibilità alla produzione di giovani artisti del nostro territorio, che hanno scelto di investire nell’arte il proprio futuro.

La mostra che si è tenuta presso il foyer dell’Auditorium San Francesco di Chiavari,  è stata inaugurata lunedì 14 novembre 2016 alle ore 17:00 ed era visitabile con ingresso libero fino a giovedì 17 novembre nei seguenti orari:

mattino ore 12:00/14:00
pomeriggio ore 17:00/19:30
La mostra, curata da Danilo Fozzi in collaborazione con Claudio Castellini, ha visto esposte le opere degli artisti:

Andrew Tosh
Carlotta Sangaletti
Davide Tavino
Enrico Nassano
Frank Duloz
Giuseppe Riga
Michele De Robertis

INGRESSO LIBERO

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Quando sarò vecchio – Spettacolo Teatrale

Davvero tanta partecipazione e grande commozione nel  pomeriggio de 2 Aprile 2016 all’ Auditorium Campodonico di Lavagna, di fronte allo spettacolo teatrale “Quando sarò vecchio”, vincitore della 2° edizione del Premio Francesco Dallorso (categoria Teatro).

Sia la rappresentazione, sia il libro “Il menu della memoria” ad esso collegato, sono stati realizzati dagli studenti del Liceo delle Scienze Umane Marconi-Delpino di Chiavari e si inseriscono in un più ampio progetto, nato nel 2007, che promuove l’invecchiamento attivo e il rapporto fra le generazioni tramandando il valore della memoria. Attraverso ricordi e racconti sul cibo, inteso anche come elemento culturale, relazionale e sociale, le due attrici Chiara Pellegrini e Giulia Tallone ci hanno accompagnato in una profonda riflessione su come si sia trasformato nel tempo il rapporto tra uomo e natura perdendo il contatto con essa e, analogamente, perdendo il legame tra giovani e anziani.

Un’interpretazione straordinaria e toccante che ha coinvolto tutto il pubblico in sala.

A loro e agli altri attori vanno i nostri ringraziamenti: agli ospiti della residenza protetta Pietro Torriglia di Chiavari, Irma Queirolo e Loredana Spinelli (in questa occasione sostituita da Dario Descalzo) che hanno partecipato allo spettacolo, a Davide Castagnino per l’accompagnamento musicale e ad Antonio Panella per la regia.

Nella seconda parte dell’evento i professori del Liceo delle Scienze Umane, Alessandra Rossi e Andrea Poggiali ci hanno illustrato più approfonditamente i contenuti del libro “Il menu della memoria” e le finalità: il libro nasce da un progetto che il Liceo delle Scienze Umane Marconi Delpino di Chiavari porta avanti da molti anni sul tema del rapporto tra le generazioni. In una realtà sociale sempre più caratterizzata dalla divaricazione tra giovani e anziani e da un progressivo invecchiamento della popolazione, gli autori si sono proposti di lavorare sulle storie di vita per avviare percorsi volti a favorire un rinnovato dialogo tra le generazioni, nella convinzione che questo possa aiutare a realizzare una società più giusta ed anche più sana. Il tema che è stato scelto per questa pubblicazione è il cibo, inteso come elemento non solo materiale, ma soprattutto culturale, conviviale, relazionale. Dalle interviste presenti nel volume traspare, infatti, quanto il momento di sedersi a tavola sia importante per tutti, soprattutto quando è giorno di festa. Il libro segue il percorso che si è sviluppato durante l’anno scolastico 2014/2015: il primo capitolo affronta le questioni più tipicamente culturali e lo fa da diversi punti di vista, principalmente quello filosofico e delle Scienze Umane. Nel secondo capitolo vengono affrontati aspetti epistemologici e metodologici per definire più correttamente il metodo di lavoro. Il terzo capitolo, scritto dagli studenti, riporta un campione delle interviste raccolte sul campo. Il quarto e il quinto sono dedicati ai due percorsi seguiti dagli studenti per avvicinare le persone anziane, cioè il teatro e il cinema, che hanno avuto la funzione di mediatori culturali.

Andrea Poggiali e Alessandra Risso sono docenti di Filosofia e Scienze Umane presso il Liceo Marconi Delpino di Chiavari. Lavorano da tempo per favorire il dialogo tra la scuola e il territorio organizzando attività integrative di formazione e stage presso scuole dell’Infanzia e Primarie, Residenze Protette, Centri Diurni, Associazioni di Volontariato ed altre realtà territoriali. Nel 2007 hanno proposto la figura professionale del pedagogista mobilitatore di risorse e mediatore tra le generazioni, ovvero il Pedagogista della Città. I ragazzi che hanno raccolto le interviste e collaborato alla scrittura del terzo capitolo sono alunni del triennio del Liceo delle Scienze Umane.

A loro e a tutti gli studenti che vi hanno collaborato va il nostro ringraziamento per l’impegno profuso.

Ringraziamo inoltre il Comune di Lavagna che ha patrocinato l’evento e l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Sestri Levante, Dott.ssa Lucia Pinasco per la graditissima presenza.

L’Associazione L’Agorà di Lavagna ha finanziato la pubblicazione del libro “Il menù della memoria” che è stato pubblicato dalla casa editrice Rupe Mutevole, una percentuale degli incassi derivanti dalla vendita del libro verranno devoluti al Liceo Marconi-Delpino per permettere loro di continuare queste interessanti attività con gli studenti.

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Premiazione 2^ Edizione Premio Francesco Dallorso

Si è tenuta Sabato 19 Marzo2016 dalle ore 16, presso l’Auditorium Campodonico di Lavagna la Seconda Edizione del Premio Francesco Dallorso con il patrocinio dei Comuni Di Lavagna e di Chiavari.

Anche quest’anno sono stati quasi sessanta i giovani partecipanti, a cui va il nostro più sentito ringraziamento per aver creduto nella manifestazione con tanto entusiasmo e partecipazione.

Ecco i vincitori di categoria e le motivazioni rilasciate dai giudici:

Categoria Sport: Filippo Montepagano.
Motivazione data dai giudici di categoria Aldo Traversaro e Arianna Romano :
“Per aver conquistato il titolo individuale assoluto e di squadra nel Campionato Mondiale seniores nel Long Casting, imponendosi su un grande numero di avversari in 3 categorie su 4;per aver dimostrato una grande preparazione sia fisica, sia mentale, che gli hanno consentito, nonostante fosse alla sua seconda partecipazione iridata, di superare nettamente anche i campioni più esperti.
Va inoltre segnalato che grazie ai risultati agonistici raggiunti, il CONI gli ha assegnato nel 2015 la Medaglia d’Oro al Valore Atletico, la più alta onorificenza dedicata agli atleti”. Purtroppo assente alla premiazione perchè impegnato a Pisa nei campionati italiani di Long Casting, per lui ha ritirato la targa la mamma Rosella.

Categoria Musica: Stefania Carrara.
Motivazione dei giudici di categoria Andrea Vulpani e Gianluca D’Amico :
“Quest’anno i curriculum sono stati più numerosi, ma numerose sono le qualità dei partecipanti. Non si fermano soltanto all’ambito musicale, ma ci siamo trovati a confrontare persone che dedicano il proprio tempo, la propria vita all’arte, allo spettacolo e alla comunicazione. Abbiamo deciso di premiare quest’anno il curriculum che più si lega alla musica, al rapporto con lo strumento e allo studio decennale, e ai numerosi risultati ottenuti in carriera. Così vince Stefania Carrara”. Stefania si è esibita in una partita di flauto solo molto impegnativa intitolata “Chaconne”, a chiusura della serata.

Categoria Teatro: Gruppo Teatrale Liceo delle Scienze Umane Marconi-Delpino di Chiavari con lo spettacolo “Quando sarò vecchio”
Motivazione data dai giudici di Categoria Marta Abate e Michelangelo Frola della compagnia teatrale Scena Madre:
“Per la valenza interdisciplinare del progetto, artistica, sociale e civica. Per aver dimostrato, attraverso lo spettacolo “Quando sarò vecchio”, quanto il teatro possa essere un efficace e valido strumento di riflessione sull’uomo, di apertura mentale, di coesione sociale tra generazioni e personalità differenti”
Ha ritirato il premio una delle giovani interpreti dello spettacolo, Chiara Pellegrino accompagnata dal regista Antonio Panella.

Categoria Scienze: Stefano Terribile
Motivazione del giudice di categoria Lea di Noto:
“Stefano Terribile vince il premio Dallorso nell’ambito scientifico per aver contribuito nella ricerca sulla sicurezza nell’esercizio dei trasporti ferroviari, avendo partecipato attivamente a numerosi progetti riguardanti problematiche sia locali sia nazionali. Il candidato si è distinto per la molteplicità dei problemi affrontati, le cui soluzioni sono di importanza rilevante nella realtà odierna”. Stefano ci ha presentato alcune slide del suo progetto che presto verrà testato nella galleria Pian di Setta della linea direttissima Bologna-Firenze.

Categoria Letteratura: Nicolò Campodonico
Motivazione dei giudici di categoria Annalisa Panesi ed Emanuele Lagomarsino:
“Per i premi e le menzioni ricevute a livello nazionale per la sua produzione poetica in lingua latina, attraverso la quale trasmette e diffonde il legame che lo lega alla sua terra, il Tigullio”.
Nicolò dopo aver ritirato il premio ci ha deliziato con un pezzo di un ode in latino da lui stesso composta intitolata “LAVDES LIGVRIAE”, dedicata proprio alla nostra terra ligure.

Categoria Arte : Mirror False Office
Motivazione dei giudici di categoria Mario Rocca e Davide Tavino:
Il premio Dallorso per la categoria Arte, con decisione unanime della giuria, viene assegnato al gruppo di giovani architetti composto da Gloria Castellini, Guya Di Bella , Giovanni Glorialanza, Boris Hamzeian, Filippo Fanciotti e Andrea Anselmo per il progetto “False Mirror” in quanto opera complessa tecnicamente e progettualmente, tenendo conto dell’ambiente e della storia nel quale va ad inserirsi e per aver partecipato e vinto la tredicesima edizione del prestigioso concorso internazionale EUROPAN 2015. Erano presenti a ritirare il premio Giovanni Glorialanza e Filippo Fanciotti che tramite alcune immagini ci hanno raccontato il loro progetto che speriamo presto diventi realtà nel porto di Trondheim in Norvegia.

Quest’anno, visto l’elevato spessore di molte candidature arrivate, il Direttivo dell’Associazione ha deciso di consegnare uno Speciale Attestato di Merito ad un ragazzo che si è distinto in numerosi e diversi campi della cultura e della comunicazione e che incarna perfettamente i valori dell’Associazione L’Agorà di Lavagna, con  il suo impegno a livello sia culturale, sia sociale e per il grande contributo che dà al territorio e per essere ogni giorno un esempio di forza e amore per la vita, per giovani e meno giovani: Nicolò Pagliettini che si è esibito in un brano musicale accompagnato dalla madre Titta Arpe in LIS ( Lingua dei segni Italiana).

Una menzione speciale nella consegna della pergamena anche per Enzo Silvestri, il giovane studente della Scuola Alberghiera di Lavagna, vincitore del torneo di pesto al mortaio 2015  in ricordo di Denis Alushaj e che ad aprile parteciperà ai mondiali che si terranno proprio a Genova.

Dopo la premiazione ci siamo spostati nell’adiacente Sala Rocca in cui la Scuola Alberghiera e il Comune di Lavagna hanno offerto un rinfresco agli ospiti intervenuti.

E’ stata una bellissima edizione e a tutti i ragazzi che hanno partecipato, anche e soprattutto a quelli che per quest’anno non hanno vinto vogliamo ricordare la frase scritta sulla pergamena di partecipazione che hanno ricevuto :”Qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia. L’audacia reca in se genialità, magia e forza. Comincia ora” J.W.Göethe

Al prossimo anno!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Concerto “Note sotto l’albero” a Lavagna

Sabato 19 Dicembre 2015 alle ore 16,30 il nostro socio e vincitore del Premio Francesco Dallorso 2015 categoria musica, Gianluca D’Amico, si è esibito in concerto al pianoforte presso la sala Albino della Biblioteca civica di Lavagna in tutto il suo repertorio classico.

Questo giovane ragazzo di soli 19 anni che suona il piano da quando ne aveva 4,  ha lasciato incantati tutti gli spettatori fino ad oggi intervenuti ai suoi concerti per la musicalità e originalità dei brani da lui composti e per la passione con cui li esegue.

Ringraziamo il Comune di Lavagna per la consueta disponibilità e tutte le persone intervenute!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Calendario d’Autore 2016 “Alternative Pittoriche”

E’ con immenso piacere che l’Agorà di Lavagna ha presentato anche quest’anno il suo “Calendario d’Autore”, oramai diventato un appuntamento con l’arte e il territorio.

Dopo la prima edizione dello scorso anno, “l’Arte a Lavagna”, in cui Il maestro Francesco Dallorso e la fotografa Lili Saatchi avevano collaborato in modo perfetto, ecco una nuova preziosa uscita: “Alternative Pittoriche”, calendario d’Autore 2016 dove si incontrano l’indimenticato artista lavagnino Ugo Sanguineti e il nostro giovane alfiere di tutto l’anno in corso, Davide Tavino, vincitore della prima edizione del Premio Francesco Dallorso nella categoria arte e reduce dalla sua prima mostra personale a Chiavari nel mese di Novembre.

Per gentile concessione della moglie di Ugo Sanguineti, la Signora Saveria Vitalone, sei foto delle opere di suo marito ci accompagneranno lungo il 2016, alternate a sei foto di opere di Tavino. Il titolo “Alternative Pittoriche” vi dà già l’idea dell’originale percorso che ci aspetta, di mese in mese, di opera in opera.

La presentazione del calendario si è tenuta Martedì 8 Dicembre alle ore 16 presso la Sala Albino della Biblioteca civica di Lavagna, dove per l’occasione oltre alla signora Saveria Vitalone, è intervenuto per raccontarci un poco più da vicino la vita e le opere del pittore Ugo Sanguineti, un suo caro e personale amico, l’Ing. Fernando Galardi. E’ stato un momento molto intimo e commovente, abbiamo potuto rivedere Ugo Sanguineti rivivere sullo schermo mentre insieme ad altri amici pittori , tra tutti ricordiamo Luiso Sturla, e lo stesso Galardi, raccontava del suo modo di dipingere e degli spunti che traeva dalla terra ligure.
Presenti molti degli amici del pittore di quegli anni, come Martone, Grande e il maestro Rocca.

La signora Saveria ha accettato con piacere di diventare nostra socia onoraria e già sono molte le idee che Agorà ha in mente per far ricordare questo importante pittore lavagnino dalla sua città.

Il calendario d’Autore “Alternative Pittoriche” sarà in vendita nei seguenti negozi di Lavagna

-Libreria Fieschi, Via Dante 36

-Elettricista Canepa, Via Natale Paggi 16

-Profumeria Bruna, Via Roma 12

-Costa Gustavo,  Via Previsti 17

Il ricavato permetterà alla nostra associazione di continuare a lavorare ai suoi progetti per “cultura a costo zero” che offriamo e offriremo alla nostra città e a tutto il comprensorio.

Un grazie speciale alla fotografa Lili Saatchi per aver immortalato questa bellissima serata!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Concerto di San Nicolò a Sestri Levante

Il Concerto di san Nicolò è stato il primo di una serie di incontri musicali che ci hanno accompagnato lungo tutto il mese di Dicembre 2015. Si è svolto presso il teatro Lux, nei locali parrocchiali della chiesa di Santa Maria di Nazareth a Sestri Levante, Domenica 6 Dicembre 2015 alle ore 17.

Ad esibirsi due giovani talenti del nostro territorio: al pianoforte Gianluca D’Amico, vincitore del Premio Francesco Dallorso 2015 , accompagnato alla chitarra da Giacomo Centanaro.

I due ragazzi si sono esibiti insieme nella prima parte del concerto,  cerchendo di  fondere le loro esperienze  per trovare un compromesso tra musica classica, indie e new wave, dando vita a suoni unici e insospettabili, che hanno incantato il pubblico, per poi lasciare il palco al solo Gianluca D’Amico al pianoforte che ci ha ammaliato con alcuni dei pezzi da lui composti dal 2012 fino ad oggi.
Un connubio che ha riscosso molto successo nel pubblico che ha gratificato i due giovani musicisti di calorosi applausi e molti complimenti.

Eccovi un piccolo assaggio in questo video tratto proprio dalla serata!

Ringraziamo in particolar modo il comune di Sestri Levante per averci sostenuto e patrocinato!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Tab e la sua Miscellanea (personale di Davide Tavino)

L’associazione culturale l’Agorà di Lavagna, in collaborazione con l’associazione “Corsi di Cultura Chiavari” e con il patrocinio del Comune di Chiavari, ha presentato la prima mostra personale di Davide Tavino, in arte Tab, socio nonché vincitore della prima edizione del Premio Francesco Dallorso nella categoria Arte.
La mostra  si è tenuta dal 14 al 29 Novembre 2015 nel foyer dell’Auditorium San Francesco di Chiavari e ha avuto uno speciale vernissage Sabato 14 Novembre, dove due tipi di arte si sono fuse per creare un evento magico grazie alla presenza del giovane musicista Gianluca D’Amico, che ha intrattenuto il pubblico tra un intervento e l’altro con alcuni suoi brani al pianoforte.
Davide Tavino, giovane pittore underground, ha uno stile  di stampo naif ma ama definirsi un esponente dell’espressionismo vandalico. In questa prima personale erano esposte più di trenta opere attraverso le quali è stato possibile visionare il percorso dell’artista e i vari stili utilizzati , da qui il titolo della mostra “miscellanea”.
Un ospite a sorpresa, lo storico dell’arte Philippe Daverio, ha visitato la mostra lasciando un commento entusiasta sul libro delle visite, ammirando e fotografando tutte le opere esposte e parlando a lungo con il giovane artista…un inizio favoloso per la lunga strada che auguriamo a Davide, e che siamo certi sarà ricca di soddisfazioni e momenti indimenticabili!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Aldo Boraschi tra giallo e storia

L’Agorà di Lavagna e la Libreria Fieschi  hanno ospitato Lunedì 27 luglio 2015, presso la Bancarella sul lungomare Durand de la Penne di Lavagna, lo scrittore Aldo Boraschi che ha presentato il suo ultimo romanzo giallo “Dalidà”.
Il giornalista  insieme allo storico  Renzo Ronconi, ha anche parlato di altri due romanzi appena usciti , il primo “La Storia dei Fieschi , intrighi leggende e misteri”  scritto da lui stesso e  il secondo “La Congiura del Conte Gian Luigi Fieschi ” Di Jean-François-Paul de Gondi Cardinale di Retz, di cui ha curato la prefazione.
Una serata molto interessante e partecipata, in cui si è un po’ indagato sulla vena “noir” del nostro Boraschi, che ama partire da eventi storici realmente accaduti sul nostro territorio e costruirvi intorno un romanzo, prendendo spunto anche da personaggi di cronaca nera che hanno rimepito le pagine dei giornarli locali, per poi “mimetizzarli” sotto altro nome all’interno dei suoi libri e lasciando al lettore la sensazione “di averne già sentito parlare”.
Lo storico Renzo Ronconi ha invece messo l’accento sul romanzo “La congiura del Conte Gian Luigi Fieschi”, leggendone alcune parti e mettendo in risalto come sia un romanzo attualissimo, nonostante ci separino circa 500 anni di storia, perchè le dinamiche per la ricerca del potere sono oggi esattamente le stesse.
Al termine della serata lo scrittore si è fermato a firmare copie dei suoi libri e ha scambiare quattro chiacchiere con vecchi e nuovi lettori dei suoi romanzi.
Aldo è per noi un caro associato ed è stato anche giudice di categoria (letteratura) del Premio Francesco Dallorso, per cui siamo a lui particolarmente legati da stima e affetto e lo ringraziamo moltissimo per averci voluto con lui in questa serata importante.
Ringraziamo anche la Libreria Fieschi per averci ospitato e il nostro fotografo Giovanni Doro per gli scatti sempre precisi e intensi.
Previous Image
Next Image

info heading

info content