L’Uovo del Cuore (edizione “Il Quizzuovo”)

E’ stata un vero successo anche quest’anno l’edizione 2016 dell’Uovo del Cuore!

Quasi 80 le uova donate all’Associazione per poter essere distribuite negli Istituti che hanno beneficiato dell’iniziativa, che ricordiamo erano le case famiglia Isos e Gulliver di Borghetto Vara (Sp) che ospitano più di trenta fra bambini e ragazzi e l’Istituto Divina Provvidenza Cordeviola di Lavagna, con 20 piccoli ospiti.

Molto del merito della riuscita dell’evento non può che andare alla collaborazione messa in atto con Arciragazzi Tigullio, che non solo ha dato il nome a questa edizione, denominandola “Il Quizzuovo”, ma ha anche reso davvero insolita e gioiosa la consegna delle uova agli istituti, facendo divertire i ragazzi con prove a squadra e domande sulla Pasqua e sulle uova (di cioccolato e non).

Un particolare ringraziamento alla scuola dell’Infanzia Don Giovanni Bosco di Caperana, che venuta a conoscenza dell’iniziativa tramite una loro rappresentante di classe, Deborah Massa, ci ha fatto arrivare da sola più di venti uova di cioccolato, condividendo l’intento anche educativo che questa iniziativa vuole sostenere, ovvero insegnare ai bambini a condividere e a donare un uovo tra i tanti che ai nostri piccoli, più fortunati, arrivano sotto Pasqua.

Ricordiamo e ringraziamo anche i nostri soci che si sono prestati a fare da punto di raccolta in tutta la città, ovvero: Autocarrozzeria Tigullio, Autofficina F.lli De Sole, Elettricista Canepa, Farmacia Cavi,  Libreria Fieschi  e Profumeria Bruna. Anche grazie al loro impegno nel diffondere l’evento abbiamo ottenuto questo spettacolare risultato! Infatti le uova raccolte sono state così tante che ne ha beneficiato anche l’istituto per il Baliatico di Chiavari, con cui collaboriamo da sempre, e che sappiamo essere una realtà importate e radicata sul territorio; siamo certi del fatto che tramite loro le uova hanno raggiunto le famiglie e i bambini meno abbienti del comprensorio.

In ultimo ma non per importanza, vogliamo ringraziare il Centro Integrato di Via (CIV) del Centro Storico di Lavagna che, come già lo scorso anno , ci ha affiancato nella realizzazione del progetto tramite il posizionamento di salvadanai all’interno di molti degli esercizi commerciali aderenti, per una raccolta fondi che ha permesso l’acquisto di colombe e pasticcini presso la Pasticceria Monteverde di Lavagna che sono andati ad allietare la Pasqua degli ospiti del Pio Ritiro Devoto di Lavagna!
Un filo quello che lega bambini e anziani che ad Agorà piace tenere ben saldo.

Grazie a tutti e al prossimo anno con L’Uovo del Cuore!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Premiazione 2^ Edizione Premio Francesco Dallorso

Si è tenuta Sabato 19 Marzo2016 dalle ore 16, presso l’Auditorium Campodonico di Lavagna la Seconda Edizione del Premio Francesco Dallorso con il patrocinio dei Comuni Di Lavagna e di Chiavari.

Anche quest’anno sono stati quasi sessanta i giovani partecipanti, a cui va il nostro più sentito ringraziamento per aver creduto nella manifestazione con tanto entusiasmo e partecipazione.

Ecco i vincitori di categoria e le motivazioni rilasciate dai giudici:

Categoria Sport: Filippo Montepagano.
Motivazione data dai giudici di categoria Aldo Traversaro e Arianna Romano :
“Per aver conquistato il titolo individuale assoluto e di squadra nel Campionato Mondiale seniores nel Long Casting, imponendosi su un grande numero di avversari in 3 categorie su 4;per aver dimostrato una grande preparazione sia fisica, sia mentale, che gli hanno consentito, nonostante fosse alla sua seconda partecipazione iridata, di superare nettamente anche i campioni più esperti.
Va inoltre segnalato che grazie ai risultati agonistici raggiunti, il CONI gli ha assegnato nel 2015 la Medaglia d’Oro al Valore Atletico, la più alta onorificenza dedicata agli atleti”. Purtroppo assente alla premiazione perchè impegnato a Pisa nei campionati italiani di Long Casting, per lui ha ritirato la targa la mamma Rosella.

Categoria Musica: Stefania Carrara.
Motivazione dei giudici di categoria Andrea Vulpani e Gianluca D’Amico :
“Quest’anno i curriculum sono stati più numerosi, ma numerose sono le qualità dei partecipanti. Non si fermano soltanto all’ambito musicale, ma ci siamo trovati a confrontare persone che dedicano il proprio tempo, la propria vita all’arte, allo spettacolo e alla comunicazione. Abbiamo deciso di premiare quest’anno il curriculum che più si lega alla musica, al rapporto con lo strumento e allo studio decennale, e ai numerosi risultati ottenuti in carriera. Così vince Stefania Carrara”. Stefania si è esibita in una partita di flauto solo molto impegnativa intitolata “Chaconne”, a chiusura della serata.

Categoria Teatro: Gruppo Teatrale Liceo delle Scienze Umane Marconi-Delpino di Chiavari con lo spettacolo “Quando sarò vecchio”
Motivazione data dai giudici di Categoria Marta Abate e Michelangelo Frola della compagnia teatrale Scena Madre:
“Per la valenza interdisciplinare del progetto, artistica, sociale e civica. Per aver dimostrato, attraverso lo spettacolo “Quando sarò vecchio”, quanto il teatro possa essere un efficace e valido strumento di riflessione sull’uomo, di apertura mentale, di coesione sociale tra generazioni e personalità differenti”
Ha ritirato il premio una delle giovani interpreti dello spettacolo, Chiara Pellegrino accompagnata dal regista Antonio Panella.

Categoria Scienze: Stefano Terribile
Motivazione del giudice di categoria Lea di Noto:
“Stefano Terribile vince il premio Dallorso nell’ambito scientifico per aver contribuito nella ricerca sulla sicurezza nell’esercizio dei trasporti ferroviari, avendo partecipato attivamente a numerosi progetti riguardanti problematiche sia locali sia nazionali. Il candidato si è distinto per la molteplicità dei problemi affrontati, le cui soluzioni sono di importanza rilevante nella realtà odierna”. Stefano ci ha presentato alcune slide del suo progetto che presto verrà testato nella galleria Pian di Setta della linea direttissima Bologna-Firenze.

Categoria Letteratura: Nicolò Campodonico
Motivazione dei giudici di categoria Annalisa Panesi ed Emanuele Lagomarsino:
“Per i premi e le menzioni ricevute a livello nazionale per la sua produzione poetica in lingua latina, attraverso la quale trasmette e diffonde il legame che lo lega alla sua terra, il Tigullio”.
Nicolò dopo aver ritirato il premio ci ha deliziato con un pezzo di un ode in latino da lui stesso composta intitolata “LAVDES LIGVRIAE”, dedicata proprio alla nostra terra ligure.

Categoria Arte : Mirror False Office
Motivazione dei giudici di categoria Mario Rocca e Davide Tavino:
Il premio Dallorso per la categoria Arte, con decisione unanime della giuria, viene assegnato al gruppo di giovani architetti composto da Gloria Castellini, Guya Di Bella , Giovanni Glorialanza, Boris Hamzeian, Filippo Fanciotti e Andrea Anselmo per il progetto “False Mirror” in quanto opera complessa tecnicamente e progettualmente, tenendo conto dell’ambiente e della storia nel quale va ad inserirsi e per aver partecipato e vinto la tredicesima edizione del prestigioso concorso internazionale EUROPAN 2015. Erano presenti a ritirare il premio Giovanni Glorialanza e Filippo Fanciotti che tramite alcune immagini ci hanno raccontato il loro progetto che speriamo presto diventi realtà nel porto di Trondheim in Norvegia.

Quest’anno, visto l’elevato spessore di molte candidature arrivate, il Direttivo dell’Associazione ha deciso di consegnare uno Speciale Attestato di Merito ad un ragazzo che si è distinto in numerosi e diversi campi della cultura e della comunicazione e che incarna perfettamente i valori dell’Associazione L’Agorà di Lavagna, con  il suo impegno a livello sia culturale, sia sociale e per il grande contributo che dà al territorio e per essere ogni giorno un esempio di forza e amore per la vita, per giovani e meno giovani: Nicolò Pagliettini che si è esibito in un brano musicale accompagnato dalla madre Titta Arpe in LIS ( Lingua dei segni Italiana).

Una menzione speciale nella consegna della pergamena anche per Enzo Silvestri, il giovane studente della Scuola Alberghiera di Lavagna, vincitore del torneo di pesto al mortaio 2015  in ricordo di Denis Alushaj e che ad aprile parteciperà ai mondiali che si terranno proprio a Genova.

Dopo la premiazione ci siamo spostati nell’adiacente Sala Rocca in cui la Scuola Alberghiera e il Comune di Lavagna hanno offerto un rinfresco agli ospiti intervenuti.

E’ stata una bellissima edizione e a tutti i ragazzi che hanno partecipato, anche e soprattutto a quelli che per quest’anno non hanno vinto vogliamo ricordare la frase scritta sulla pergamena di partecipazione che hanno ricevuto :”Qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia. L’audacia reca in se genialità, magia e forza. Comincia ora” J.W.Göethe

Al prossimo anno!

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Donne dell’Arte

Donne dell’Arte: martedì otto marzo l’Agorà di Lavagna, con il patrocinio del Comune di Lavagna, ha scelto di festeggiare la Festa delle Donne in modo un po’ insolito, ovvero dedicando una serata  alle donne che hanno fatto parte della corrente pittorica dell’Impressionismo!

Nella seconda metà dell’Ottocento appare un gruppo di pittrici e, anche se permane il pregiudizio che il mestiere di pittore debba rimanere appannaggio degli uomini, il mondo degli artisti accoglie con simpatia queste pittrici, che assumeranno in seguito identità di rilievo e posizioni d’avanguardia.

Per concludere il ciclo relativo a questo movimento, già iniziato lo scorso anno e idealmente terminato con la visita alla mostra a Palazzo Ducale “Dagli Impressionisti a Picasso”, non potevamo non menzionare anche le “donne Impressioniste”, che oggi si collocano comprimarie nel complesso scenario di quell’epoca.

Molta la gente intervenuta per ascoltare la nostra socia Maria Teresa Alberti, appassionata di arte e letteratura, che ha illustrato la vita e le opere di due delle pittrici impressioniste  che hanno fatto la storia, rivoluzionando il ruolo della donna anche nell’arte. : Berthe Morisot ed Eva Gonzalès.

Dopo aver partecipato, su Teleradiopace, alla trasmissione “Buon Pomeriggio“, la nostra Terre ha conquistato i suoi uditori con un racconto chiaro e preciso , pieno di aneddoti e di vita vissuta, di queste due Donne importanti dell’Ottocento!

Dopo l’interessante relazione abbiamo vissuto un piacevole momento gastronomico, grazie alla gentilezza dei Soci che hanno avuto piacere di organizzare un piccolo rinfresco per concludere in bellezza la serata!

Previous Image
Next Image

info heading

info content